sabato 17 gennaio 2015

The Little Match Girl

"C'era un freddo terribile, nevicava e cominciava a diventare buio; e era la sera dell'ultimo dell'anno. Nel buio e nel freddo una povera bambina, scalza e a capo scoperto, camminava per la strada. (…) Camminava scalza, e i suoi piedini nudi erano viola per il freddo; in un vecchio grembiule aveva una gran quantità di fiammiferi e ne teneva un mazzetto in mano. Per tutto il giorno non era riuscita a vendere nulla e nessuno le aveva dato neppure una monetina; era lì affamata e infreddolita, e tanto avvilita, poverina! (…)"

"Most terribly cold it was; it snowed, and was nearly quite dark, and evening-- the last evening of the year. In this cold and darkness there went along the street a poor little girl, bareheaded, and with naked feet. (…) So the little maiden walked on with her tiny naked feet, that were quite red and blue from cold. She carried a quantity of matches in an old apron, and she held a bundle of them in her hand. Nobody had bought anything of her the whole livelong day; no one had given her a single farthing."


Così comincia una delle fiabe più dolci e belle che esistano.
La piccola fiammiferaia, sola e infreddolita, scarta i suoi fiammiferi e li accende uno per uno, mentre la neve scende lieve sui suoi capelli, sulle case della città, sui lampioni accesi. Il primo fiammifero le mostra una calda stufa che le scalda i piedini, il secondo una tavola imbandita di cibo delizioso, il terzo un albero di Natale talmente alto e splendente che la piccola resta incantata, mentre le fiammelle delle candeline che lo decorano salgono fino al cielo e diventano stelle.
Una di queste stelline cade… è il segno che un’anima luminosa presto si ricongiungerà con le altre stelle…
Ed ecco che il quarto fiammifero mostra alla bimba la sua amata nonna, vestita di un abito d’oro scintillante.
La nonnina prende fra le braccia la piccola e la porta con sé, in un mondo di luce, armonia, calore e amore…


This is one of the sweetest and most beautiful fairy tales.
In the icy night the Little Match Girl, alone and cold, unwraps her matches and turns them on, one by one, while the snow falls slightly on her hair, on the houses of the city, on street lamps. The first match shows her a hot stove that warms the feet, the second one a table laden with delicious food, the third one a Christmas tree so high and shining that the little girl stays enchanted, while the flames of the candles that decorate the tree rise up to the sky and become stars.
One of these starlets falls... it is a sign that a luminous soul will be soon reunited with the other stars, her sisters...
And so the fourth match makes appear in front of the girl her beloved grandmother, with a sparkling gold dress.
Granny takes the little match girl in her arms and brings her in the sky, in a world of light, harmony, warmth and love.


Sembra un finale triste… eppure la bimba è così felice, e quella luce è così calda e dorata, che non si può pensare che ci sia vera tristezza…
Questa fiaba ci insegna che c’è altro, molto altro di ciò che possiamo vedere e toccare intorno a noi e dentro di noi, e che siamo protetti dagli spiriti antichi – come la nonnina – che ci tengono nel loro cuore.

It seems a sad ending... but the little girl is so happy, and that light is so warm and golden, that you cannot think that there is real sadness...
This story teaches us that there is more, much more of what we can see and touch around us and within us, and that we are protected by ancient spirits - as the girl’s Granny – that keep us in their heart.

***

Spero che il mio nuovo schema vi piaccia, e se lo volete ricamare potete acquistarlo qui:
o scrivendomi una email: order.thelittlestitcher@gmail.com

I hope that you like my new pattern, and if you want to stitch it you can find it here:
or writing me an email: order.thelittlestitcher@gmail.com